SERVICES

Rinnovabili, partnership in Giappone per Renergetica

Genova - Il settore delle energie rinnovabili è al principio di una nuova fase di sviluppo grazie alla diffusione dei sistemi ibridi di generazione elettrica. Ne sono convinti i soci di Renergetica, azienda con sede a Genova e filiali in Florida e Cile.

Genova - Il settore delle energie rinnovabili è al principio di una nuova fase di sviluppo grazie alla diffusione dei sistemi ibridi di generazione elettrica. Ne sono convinti i soci di Renergetica, azienda con sede a Genova e filiali in Florida e Cile. «La nostra azienda - spiega Marco Giannettoni, responsabile ricerca e sviluppo della società - è nata nel 2008 per realizzare progetti di generatori fotovoltaici e eolici in Italia. Dopo che si è esaurita la spinta degli incentivi pubblici alle energie rinnovabili, abbiamo cercato sbocco in altri mercati, prima europei, poi in Cile e recentemente negli Stati Uniti. Ci siamo imbattuti in un nuovo filone di mercato che riteniamo rilevante: gli impianti di produzione di energia ibridi, che coniugano le energie rinnovabili a quelle più convenzionali».

Questo nuovo corso ha portato Renergetica a chiudere due accordi nell’ultimo mese. La prima firma è per una partnership strategica con Ngk Insulator, multinazionale giapponese quotata in Borsa, specializzata nella produzione di componenti ceramici per i settori energetico e automobilistico e fornitrice di sistemi di accumulo di energia con batterie basate su tecnologia a solfuro di sodio. L’accordo, valido fino a novembre 2018, prevede l’acquisizione di contratti per la fornitura e realizzazione di sistemi di accumulo a batterie nell’ambito di sistemi ibridi.

Inoltre Renergetica ha acquisito il 5% di Pdc (Plant Design Consultant), società genovese che opera nel settore di sviluppo, progettazione e assistenza alla realizzazione di impianti di produzione di energia elettrica e termica, con particolare riferimento a combustibili fossili, biomasse vegetali, rifiuti, idroelettrici. Anche se Genova non è al centro del mercato della società, la sede nel capoluogo ligure non è casuale. «Uno dei grandi vantaggi di essere a Genova - spiega l’amministratore delegato, Raffaele Palomba - è la presenza di competenze tecniche, ingegneristiche e finanziarie, oltre alla possibilità di sfruttare l’esperienza di figure professionali che hanno lavorato nel settore, ad esempio con il gruppo Ansaldo».

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››