SERVICES

Shipping e turismo, «il Mar Rosso va tutelato» / FOCUS

Genova - Secondo le analisi messe a punto dai ricercatori, l’area sarebbe “ambientalmente sensibile” e le sue barriere coralline costantemente a rischio di estinzione.

Genova - Il Mar Rosso ha assolutamente bisogno di protezione. Secondo le analisi messe a punto dai ricercatori, l’area sarebbe “ambientalmente sensibile” e le sue barriere coralline costantemente a rischio di estinzione a causa dell’intensa attività di shipping e di pratiche turistiche non regolamentate. Per moltissimi anni il ricco e diversificato ecosistema del Mar Rosso ha attirato una grandissima quantità di vacanzieri.

Le compagnie di “diving” egiziane hanno prosperato grazie alle barriere coralline e alla meravigliosa vita marina che anima le acque dell’area. Gli ecologisti affermano però di essere molto preoccupati perché questi ecosistemi esotici così delicati possono essere distrutti dall’inquinamento e dalle attività svolte in superficie. Per fare un esempio su tutti basta citare gli impianti di desalinizzazione posizionati lungo la costa dell’Arabia Saudita che pompano brina concentrata nel Mar Rosso rendendolo sempre più salato e quindi tossico per le barriere coralline.

ACQUISTA UNA COPIA DIGITALE O SCARICA LA APP DELL’AVVISATORE MARITTIMO per continuare la lettura

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››