SERVICES

La Germania lancia la prima autostrada per Tir elettrici / IL CASO

Genova - Camion come filobus, perché il sistema è lo stesso applicato ai mezzi che da anni vengono utilizzati nel trasporto pubblico di linea in diverse città del mondo

Genova - Camion come filobus, perché il sistema è lo stesso applicato ai mezzi che da anni vengono utilizzati nel trasporto pubblico di linea in diverse città del mondo. Ora, seguendo lo stesso principio, la Germania è pronta ad inaugurare la prima autostrada elettrizzata del Paese dove gli autotrasportatori potranno viaggiare senza inquinare. Il progetto è stato ideato da Siemens, che realizzerà un tratto stradale di 10 chilometri sul quale i mezzi pesanti saranno alimentati con energia elettrica. Il primo test, secondo i piani del governo tedesco, dovrebbe essere fatto fra pochi mesi, nel 2018: il sistema sarà installato su un tratto autostradale nelle vicinanze di Francoforte, in direzione della città di Darmstadt, una delle aree con più densità di mezzi pesanti di tutta la Germania.

Il programma studiato da Siemens, chiamato “eHighway”, è già stato testato in Scandinavia su un tratto di 22 chilometri fra la città di Gavle e la capitale norvegese Oslo e presto potrebbe sbarcare anche negli Stati Uniti, in California. I tir, per essere alimentati elettricamente, dovranno essere dotati di un pantografo - ovvero un collettore di elettricità - installato dietro la cabina, in modo tale da consentire ai camion di essere riforniti di energia “pulita”. Il pantografo è programmato per collegarsi al cavo sopra la carreggiata nel tratto coperto dal sistema “eHighway, mentre fuori dall’autostrada il mezzo potrà muoversi utilizzando il motore diesel. Obiettivo del progetto, hanno fatto sapere da Berlino, è dimostrare l’efficacia di un trasporto che integri la mobilità elettrica con quella tradizionale, considerata ancora essenziale nelle lunghe percorrenze ma estremamente inquinante per l’ambiente.

In Svezia la sperimentazione andrà avanti per i prossimi due anni. Il governo di Stoccolma punta ad eliminare del tutto i combustibili fossili dal settore trasporti entro il 2030 e capire se l’autostrada elettrica per i tir è davvero una soluzione praticabile per ridurre l’inquinamento, dal momento che i trasporti producono un terzo delle emissioni svedesi di CO2 e metà di queste emissioni vengono dal comparto merci. Oltre al colosso della tecnologia Siemens, nel progetto tedesco è stato coinvolto anche il produttore di camion Scania (gruppo Volkswagen), mentre la sperimentazione che potrebbe partire negli Stati Uniti dovrebbe avere la collaborazione di Volvo Trucks, azienda svedese produttrice di veicoli industriali.

L’utilizzo della tecnologia di Siemens in Germania ha trovato l’approvazione anche dello stato federale dell’Assia che ha dato il via libera alla fase di prova sull’autostrada A5, tra gli svincoli di Zeppelinheim/Cargo City Süd e di Darmstadt/Weiterstadt. Alla gestione del progetto provvederà Hessen Mobil, che in Assia coordina strade e trasporti. Il tratto stradale resterà aperto al pubblico e Siemens sarà responsabile della costruzione oltre che della manutenzione del sistema.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››