SERVICES

Anti-terrorismo, Uirnet lancia un sistema per proteggere le città

Genova - Il progetto, originariamente pensato e tracciato per razionalizzare la distribuzione delle merci nei centri urbani, è stato individuato dal Parlamento come progetto pilota e sarà sperimentato a Palermo e Matera.

Genova - Italia all’avanguardia nella lotta contro il terrorismo e nella tecnologia per proteggere i centri urbani dal rischio di attentati perpetrati lanciando furgoni e veicoli sulla folla. Uirnet, società del Ministero dei Trasporti, che da anni si occupa di vigilanza sulle merci pericolose e razionalizzazione dei flussi di distribuzione anche nei centri urbani, ha messo a punto un progetto all’avanguardia a livello mondiale per il controllo dei varchi di ingresso ai centri cittadini, dei mezzi commerciali e di chi li guida. Il progetto, originariamente pensato e tracciato per razionalizzare la distribuzione delle merci nelle città, è stato individuato dal Parlamento come progetto pilota e sarà sperimentato nelle città di Palermo e di Matera in occasione delle manifestazioni per le città europee della cultura.

Il sistema si basa su un anello di controlli entro il quale racchiudere i centri urbani che saranno dotati di varchi intelligenti, in condizione di identificare automaticamente il camion e chi lo guida. I punti di forza del sistema sono, oltre a un costo contenuto, una regolazione in grado di impedire l’ingresso a chi può avere intenzioni di terrorismo, e una forma di interfaccia informativa, anche con riconoscimento facciale, fra i vari varchi di accesso tale da far scattare in tempo reale l’alert per veicoli non autorizzati e autisti non conosciuti. Uirnet è società del Ministero dei Trasporti, che da almeno dieci anni si occupa di progetti per la razionalizzazione del trasporto delle merci, il controllo dei mezzi e della loro posizione, del trasporto di merci pericolose e della distribuzione in aree urbane.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››