SERVICES

Di Maio: «Il crollo del Morandi? Figlio delle marchette fatte ad Autostrade»

Roma - Lo scrive il vicepremier in una lettera inviata ai parlamentari M5s. «Ci vorrà tanto tempo per invertire la rotta e togliere la mangiatoia pubblica a questi “prenditori”, ma siamo stati votati proprio per questo», aggiunge.

Roma - «Il crollo del ponte Morandi è figlio di tutti i trattamenti privilegiati e delle marchette fatti ad Autostrade per l’Italia». Lo scrive il vicepremier Luigi Di Maio in una lettera inviata ai parlamentari M5s. «Ci vorrà tanto tempo per invertire la rotta e togliere la mangiatoia pubblica a questi “prenditori”, ma siamo stati votati proprio per questo», aggiunge.
«Desecreteremo tutti i contratti dei concessionari autostradali e mostreremo questa vergogna al mondo intero. Chiederemo a tutti i funzionari pubblici che hanno incarichi a vario titolo, anche dentro Autostrade per l’Italia, di dimettersi da uno dei due ruoli».

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››