SERVICES

Ponte, Autostrade pronta ai ricorsi / IL RETROSCENA

Genova - Mentre si delineano le prossime mosse del governo, l’unico dato sicuro è che i tempi per il rilancio di Genova rischiano d’allungarsi. Se da una parte l’esecutivo accarezza l’ipotesi di revoca delle concessioni, dall’altra è sempre più chiaro che Autostrade non starà a guardare

Genova - Mentre si delineano le prossime mosse del governo, l’unico dato sicuro è che i tempi per il rilancio di Genova rischiano d’allungarsi. Se da una parte l’esecutivo accarezza l’ipotesi dell’opzione zero per revocare le concessioni ad Autostrade ed estrometterla dalla ricostruzione con due nuove leggi, dall’altra è sempre più chiaro che la società non starà a guardare e proverà a farle “declassare” e sospendere.

Senza dimenticare che un peso nella contraerea aziendale potrebbero averlo i primi atti compiuti dal governatore ligure Giovanni Toti in qualità di commissario straordinario, e che uno stop temporaneo delle concessioni può invece materializzarsi in caso di condanna della società, formalmente indagata ai sensi d’una legge specifica.

LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO SUL SECOLO XIX

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››