SERVICES

Rivolta su rimorchiatore: il giudice assolve i due migranti arrestati

Trapani - Il tribunale di Trapani ha assolto i due migranti arrestati nel luglio dello scorso anno a bordo della “Diciotti” della Guardia costiera.

Trapani - Il tribunale di Trapani ha assolto i due migranti arrestati nel luglio dello scorso anno a bordo della “Diciotti” della Guardia costiera. Bichara Ibrahim Tuani, di 32 anni, originario del Senegal, e Ibrahim Amid, ghanese di 27 anni, furono arrestati con l’accusa di minacce, violenza privata, resistenza a pubblico ufficiale e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Adesso il giudice Piero Grillo li ha assolti «per non aver commesso i fatti loro contestati».

I fatti riguardano una rivolta dei migranti avvenuta a bordo del rimorchiatore “Vos Thalassa”, che soccorse i 67 migranti poi trasbordati sulla “Diciotti”. L’equipaggio del rimorchiatore voleva riportarli in Libia contro la loro volontà. «Improvvisamente mi sono visto circondato dalla gran parte dei migranti maschi», ha detto un marinaio di guardia agli agenti della Squadra mobile di Trapani. «Uno di loro mi diceva ripetutamente «no Libia, no Libia» e mi faceva un gesto con le mani che mi sgozzava e mi buttava a mare» ha aggiunto il primo ufficiale Cristian Paluccio. Fu ascoltata anche una delle donne presenti sul rimorchiatore Vos Thalassa che parlò di un «gruppo, con a capo un sudanese, ha accerchiato i due marittimi italiani».

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››