SERVICES

Snam, utile +9,3% nei primi nove mesi

Milano - Risultati dei primi nove mesi del 2019 in crescita per Snam. Il gruppo ha registrato ricavi per 1,95 miliardi di euro, in aumento del 4,3% rispetto allo stesso periodo del 2018, un ebitda salito del 4,1% a 1,66 miliardi e un utile netto cresciuto del 9,3% a 867 milioni

Milano - Risultati dei primi nove mesi del 2019 in crescita per Snam. Il gruppo ha registrato ricavi per 1,95 miliardi di euro, in aumento del 4,3% rispetto allo stesso periodo del 2018, un ebitda salito del 4,1% a 1,66 miliardi e un utile netto cresciuto del 9,3% a 867 milioni.

Nei nove mesi, si legge in una nota, sono stati fatti investimenti tecnici per 650 milioni (564 milioni nel 2018) mentre l’indebitamento finanziario netto è salito da 11,55 a 11,87 miliardi. Alla luce dei risultati e delle previsioni per l’intero esercizio, il cda ha deliberato la distribuzione di un acconto sul dividendo 2019 di 0,095 euro per azione.

L’aumento dei ricavi è dovuto ai maggiori ricavi regolati (+59 milioni di euro, in crescita del 3,2%), attribuibili essenzialmente al business del trasporto di gas naturale, che beneficia dell’incremento del wacc (costo medio ponderato del capitale), salito dal 5,4% al 5,7%, e di fenomeni legati alla stagionalità dei volumi immessi, nonché ai maggiori ricavi non regolati (+22 milioni di euro, in crescita del 41,5%) a seguito principalmente del contributo delle imprese entrate nel perimetro di consolidamento. Gli investimenti tecnici ammontano sono aumentati di 86 milioni (+15,2% sul 2018) e si riferiscono essenzialmente ai settori trasporto (556 milioni di euro) e stoccaggio (77 milioni di euro).

Gli investimenti relativi a Snamtec, il nuovo progetto lanciato da Snam orientato all’innovazione e alla transizione energetica, nei primi nove mesi del 2019 ammontano a 113 milioni di euro. Per l’esercizio 2019 Snam si attende una domanda sul mercato italiano del gas «in lieve aumento» in termini normalizzati per la temperatura, prevede di effettuare investimenti complessivi per circa un miliardo di euro e continuerà a focalizzarsi «sull’efficienza operativa, attraverso iniziative che consentano la riduzione dei costi del core business. La gestione della società - aggiunge il gruppo di trasporto del gas - continuerà a garantire una remunerazione attrattiva e sostenibile ai propri azionisti, mantenendo una struttura finanziaria equilibrata».

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››