SERVICES

Il collocamento svedese taglia più di un terzo dei dipendenti

Stoccolma - Il capo dell’ufficio di collocamento pubblico svedese, Mikael Sjöberg, ha annunciato il taglio di 4.500 posti di lavoro entro la fine dell’anno.

Stoccolma - Il capo dell’ufficio di collocamento pubblico svedese, Mikael Sjöberg, ha annunciato il taglio di 4.500 posti di lavoro entro la fine dell’anno, vale a dire più di un terzo dei 13.500 dipendenti dell’ente. La decisione è una diretta conseguenza della decisione del governo di ridurre di 4,5 miliardi di corone la dotazione finanziaria dell’ufficio di collocamento. La scelta di privilegiare agenzie del lavoro private è stata adottata grazie a un accordo tra socialdemocratici, Verdi e centrodestra.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››