SERVICES

Spezia, la gara ponte per il terminal crociere va a Costa

Genova - Chi gestirà il servizio incassa per ogni passeggerò che sbarcherà alla Spezia 4,70 euro, di cui almeno un euro entrerà nelle casse dell’ente. Il canone di concessione della banchina è invece di 219 mila euro.

Genova - Va a Costa Crociere la “gara ponte” emanata dall’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale per la gestione di sei mesi rinnovabili per altri quattro del terminal crociere e della relativa banchina nel porto della Spezia.

Ieri si è riunita la seduta pubblica in Authority durante la quale è stata fatta la graduatoria in ordine di arrivo delle imprese «ma c’è ancora la verifica dell’anomalia da farsi - spiega la presidente Carla Roncallo - non è una assegnazione ancora ufficiale, abbiamo chiesto la documentazione a Costa che arriverà entro pochi giorni. L’obiettivo è concludere la procedura prima possibile, visto che a fine mese arriveranno le prime navi della stagione».

Al primo posto è dunque arrivata Costa Crociera, seguita da Discover La Spezia (la società locale che in precedenza aveva tra i soci anche la stessa Autorità portuale) e La Mercantile. La gara è stata fatta al rialzo sul ritorno economico che è stato proposto all’Autorità portuale. Chi gestirà il servizio incassa per ogni passeggerò che sbarcherà alla Spezia 4,70 euro, di cui almeno un euro entrerà nelle casse dell’ente. Il canone di concessione della banchina è invece di 219 mila euro. La gara ponte darà tempo di concludere il percorso che porterà al project financing per la costruzione del nuovo terminal crocieristico e della gestione dei servizi connessi, secondo la proposta avanzata da Royal Caribbean e Msc.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››