SERVICES

Costa torna a Trieste con “neoRiviera”

Monfalcone - Costa Crociere ritornerà a scalare regolarmente a Trieste già dal prossimo autunno; sarà Costa “neoRiviera”, la piccola della flotta, a fare tappa cinque volte nel capoluogo giuliano ogni giovedì tra l’11 ottobre e l’8 novembre prossimi

Monfalcone - Costa Crociere ritornerà a scalare regolarmente a Trieste già dal prossimo autunno; sarà Costa “neoRiviera”, la piccola della flotta, a fare tappa cinque volte nel capoluogo giuliano ogni giovedì tra l’11 ottobre e l’8 novembre prossimi. Nessun annuncio in pompa magna, ma semplicemente un adeguamento dei calendari che ha portato Costa a sostituire Zara con Trieste, dove la nave farà anche imbarco parziale (l’home port principale di queste crociere resta Venezia). Sarà durata così poco più di un anno l’assenza delle navi dal fumaiolo giallo dalle banchine di Trieste Terminal Passeggeri.

Infatti si era conclusa anticipatamente lo scorso 23 settembre la stagione triestina di “Costa Luminosa” con lo spostamento a Bari del porto di imbarco secondario autunno-inverno 2017. Nel frattempo però Ttp è sempre rimasta in allerta in caso di spostamenti dell’ultimo minuto dovuti al maltempo a Venezia. Infatti negli ultimi anni, soprattutto in autunno, si è consolidato il ruolo di riserva di Trieste per le navi destinate alla Serenissima, ma impossibilitate ad accedervi in caso di fitta nebbia in Laguna.

L’abbandono temporaneo di Costa era dovuto soprattutto alla vendita di Costa “neoClassica” che aveva portato a un ripensamento della programmazione, considerando il buco lasciato dalla nave ceduta a Bahamas Paradise Cruise Line. Essendo Costa però coinvolta direttamente nella gestione di Ttp, ha sempre mantenuto un occhio di riguardo verso lo scalo triestino. Infatti c’era già stata una novità in ottica 2019, visto che la banchina di Molo Bersaglieri ospiterà la partenza del viaggio inaugurale di “Costa Venezia”, attualmente in costruzione nel vicino stabilimento Fincantieri di Monfalcone.

Si tratta infatti dell’unica partenza italiana della nave visto che sarà subito destinata ai mari cinesi e solo le prenotazioni per il viaggio di trasferimento saranno aperte alle vendite ai crocieristi occidentali. Questa lunga crociera di riposizionamento mollerà gli ormeggi l’8 marzo 2019; l’itinerario complessivo di 53 giorni potrà essere anche suddiviso in tre diverse tratte, Trieste-Dubai (20 giorni), Dubai-Singapore (18 giorni) e Singapore-Yokohama (17 giorni), combinabili tra di loro.

Ma altre buone notizie sono giunte dal SeaTrade di Fort Lauderdale dove Ttp era presente con l’amministratore delegato Franco Napp: un’altra partenza inaugurale è stata portata a casa, si tratta della “Sky Princess”, sempre in costruzione a Monfalcone che lascerà il cantiere isontino nell’autunno 2019. Inoltre ci sarà anche il ritorno di Holland America Line con una toccata pilota della “Koningsdam”. La compagnia premium del gruppo Carnival ha programmato delle crociere lunghe con home port a Civitavecchia verso i porti dell’Adriatico. Questo probabilmente per non escludere dai propri itinerari queste destinazioni, nonostante le limitazioni al traffico veneziane che stanno portando sempre più compagnie a studiare itinerari differenti.

La nave di punta per il 2019 per Trieste resta “Mein Schiff 6” di Tui Cruises che effettuerà imbarco combinato con La Valletta con notevoli benefici anche per il Trieste Airport, dotato ormai del nuovo scalo intermodale. Si tratta di un bel colpo per Trieste Terminal Passeggeri, che potrà contare su 12 toccate già prenotate con una movimentazione prevista di circa 50 mila passeggeri. Già nell’anno in corso Tui debutterà sulle banchine triestine con la più piccola “Mein Schiff 2” per un totale di circa 40 mila passeggeri previsti: consolidare il rapporto con Tui è stato sicuramente il risultato più importante ottenuto.

(Credito: Vessel Finder)

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››