SERVICES

Costa Crociere, meno i rifiuti a bordo

Genova - Il rapporto di sostenibilità della compagnia: il rapporto tra passeggeri e rifiuti è calato del 4%.

Genova - Nel corso del 2017 a bordo della flotta Costa sono stati ridotti del 4,4% i rifiuti prodotti per passeggero al giorno, e del 2% il consumo totale di acqua. È quanto emerge dal bilancio di sostenibilità della compagnia crocieristica che inoltre, con il programma 4goodfood si propone di ridurre del 50% gli sprechi alimentari a bordo entro il 2020. La nuova edizione del Bilancio di Sostenibilità Sea You Tomorrow Rotta verso il futuro presenta la strategia e il piano programmatico della compagnia in ambito di sostenibilità, descrivendo i principali progetti e i risultati raggiunti nel 2017. In questa edizione, si legge in una nota, vengono pienamente recepiti e integrati gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile fissati dall’Agenda 2030 definita dall’Onu per promuovere lo sviluppo responsabile a livello globale. Costa ha avviato un percorso, unico per il settore marittimo, sul tema del valore del cibo e del consumo responsabile nel complesso contesto della nave da crociera, che mette al centro l’ospite-cittadino. Un progetto integrato, a 360 , che va dalla revisione dell’offerta gastronomica di bordo alla gestione delle eccedenze alimentari, attraverso la sensibilizzazione e il coinvolgimento diretto di ospiti ed equipaggio. Attualmente l’esperienza è stata attivata in concomitanza con gli scali di Costa Diadema nel porto di Savona e nel porto di Civitavecchia, e, dal maggio 2018, anche nel porto di Marsiglia con Costa Fascinosa e nel porto di Bari con Costa Deliziosa. Nei primi 10 mesi sono state destinate ad associazioni caritatevoli locali, grazie alla rete territoriale del Banco Alimentare, circa 28.700 porzioni.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››