SERVICES

Comandante scomparso, sopralluogo sulla Msc Giannina

Genova - Dopo l’ispezione, i reperti raccolti saranno esaminati e confrontati per la ricerca del Dna.

Genova - Ancora un sopralluogo della polizia scientifica a bordo della Msc Giannina, la nave dove è avvenuto l’omicidio del comandante Yurii Kharytonov, 54 anni, per il quale sono stati arrestati i due ufficiali Dmytro Savinykh, 44 anni, e Oleksandr Maltsev di 43 anni. Gli agenti hanno passato al setaccio, anche con il luminol, le cabine ritenute possibili scene del delitto e i ponti dove sarebbe stato trascinato il cadavere di Kharytonov prima di essere buttato in mare.
Dopo l’ispezione, i reperti raccolti saranno esaminati e confrontati per la ricerca del Dna. I due ufficiali (difesi dagli avvocati Fulvia Nari, Ruggero Navarra, Barbara Costantino e Davide Paltrinieri) sono accusati di omicidio volontario e occultamento di cadavere. Secondo gli agenti della squadra mobile genovese, il comandante sarebbe stato ucciso al termine di un litigio per due avarie al motore che i due sottoposti non avrebbero segnalato perché forse ubriachi.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››