SERVICES

Trieste, depositi costieri: conferenza dei servizi decide sul commissario

Trieste - D’Agostino: «Lavoreremo con i commissari per trovare una soluzione immediata al fine di garantire il rifornimento del carburante nello scalo».

Trieste - Commissariata da oggi la società Depositi Costieri Trieste. Lo ha deciso la Conferenza di Servizi riunitasi in Prefettura a Trieste coordinata dal Commissario di Governo Annapaola Porzio. La disposizione nei confronti della Depositi Costieri spa, che storicamente gestisce la movimentazione e lo stoccaggio dei prodotti petroliferi nello scalo giuliano, all’interno del punto franco oli minerali, segue il provvedimento di interdizione antimafia emesso nelle scorse settimane in seguito a presunte infiltrazioni camorristiche nella società, tanto che a fine dicembre la Dct si è vista destinataria di un provvedimento di interdizione emesso dalla stessa Prefettura, nonchè di un’istanza di fallimento presentata dalla Procura di Trieste. Oggi la Prefettura ha nominato tre commissari - Andrea Crismani, Roberto Zuliani e Matteo Tonon - che avranno il compito di assicurare la continuità operativa della società. La Conferenza di Servizi ha riconosciuto la piena fondatezza delle motivazioni alla base del commissariamento della Depositi Costieri. «Come prima cosa - ha sottolineato Zeno D’Agostino, presidente dell’Autorità di Sistema Portuale - lavoreremo con i commissari per trovare una soluzione immediata al fine di garantire il rifornimento del carburante nello scalo giuliano che riprenderà già nei prossimi giorni e per tutelare i lavoratori della Depositi Costieri». «Il porto di Trieste non ha avuto nessun tipo di infiltrazione da parte della criminalità organizzata - ha aggiunto D’Agostino - La questione della società è un caso che è stato prontamente isolato. La piena sinergia con cui le Autorità stanno collaborando e la capacità di reazione immediata al tentativo di infiltrazione mafiosa, ha dimostrato come a Trieste ci sia un tessuto economico e sociale sano, con una forte vigilanza da parte delle Istituzioni preposte. I cittadini possono stare tranquilli ed avere fiducia nell’operato che stiamo portando avanti all’insegna della massima trasparenza».

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››