SERVICES

Addio a Faraguti: fu presidente della Cassa Marittima

La Spezia - Spezzino, 80 anni compiuti il 26 agosto scorso, l’ex deputato Luciano Faraguti è morto nella notte tra domenica e lunedì all’ospedale San Martino. Era esponente di “Forze nuove”, corrente politica della sinistra cosiddetta sindacale della Democrazia cristiana che faceva capo a Carlo Donat Cattin

La Spezia - Spezzino, 80 anni compiuti il 26 agosto scorso, l’ex deputato Luciano Faraguti è morto nella notte tra domenica e lunedì all’ospedale San Martino.

Esponente di “Forze nuove”, corrente politica della sinistra cosiddetta sindacale della Democrazia cristiana che faceva capo a Carlo Donat Cattin, Faraguti è stato consigliere regionale ligure nel 1975, deputato dal 1979 al 1994, sottosegretario al Turismo e Spettacolo nei governi Craxi I (1983-1986), Craxi II (1986-1987) e Fanfani VI (1987) nonché presidente della Cassa Marittima. Fu tra i fautori dello sviluppo del porto commerciale spezzino che favorirono l’arrivo a Spezia del patron di Contship, Angelo Ravano. Iniziò l’attività politica da studente all’Università di Pisa, rappresentante dell’ Intesa, organizzazione studentesca della Dc. Di qui una lunga e prestigiosa carriera politica che terminò a metà anni Novanta. Dopo lo “strappo” di Rocco Buttiglione, fu nominato commissario provinciale del Partito popolare di Gerardo Bianco, Franco Marini e Pierluigi Castagnetti. Nel 1994 non fu ricandidato da Mino Martinazzoli. Allevò numerosi giovani alla scuola di formazione politica della Dc tra i quali l’ex assessore regionale e parlamentare, Egidio Banti, attuale sindaco di Maissana, in Val di Vara, e l’ex presidente dell’Autorità portuale di Genova, oggi manager di Msc, Luigi Merlo.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››