SERVICES

Porti, via libera ad aggiornamento accordo di programma su Vado

Genova - Sono stati confermati gli investimenti dell’Autorità di sistema Portuale: la messa in sicurezza idraulica del Torrente Segno e la realizzazione della nuova viabilità retro portuale.

Genova - Il Comitato di Gestione dell’ Autorità di Sistema del Mar Ligure Occidentale, che raggruppa i porti di Genova e Savona, ha approvato l’aggiornamento dell’ Accordo di Programma sottoscritto nel 2008 tra Regione Liguria, Provincia di Savona, Comune di Vado Ligure e l’ex Autorità Portuale di Savona, relativo alle opere connesse alla realizzazione della Piattaforma Multipurpose, e il rinnovo della concessione del cantiere di riparazione San Giorgio nel Porto In quest’ultimo caso, San Giorgio del Porto, che opera nell’ area delle riparazioni navali del porto di Genova, ha ottenuto altri 25 anni di concessione (nell’istanza la società ne aveva chiesti 30), portando la scadenza a dicembre 2042, per le attività di riparazione, trasformazione, demolizione navale e altre operazioni collegate ad esse. Per quanto riguarda invece l’Accordo di Programma relativo alle opere accessorie al nuovo terminal container di Vado Ligure, che sarà gestito da Apm Terminals in partnership col gruppo cinese Cosco, sono stati confermati gli investimenti a carico dell’Autorità di Sistema Portuale, tra cui la messa in sicurezza idraulica del Torrente Segno, la realizzazione della nuova viabilità retro portuale nonchè la sistemazione delle aree nel comparto di Porto Vado comprensiva degli interventi sulla strada di scorrimento veloce intercomunale per ulteriori 36 milioni di investimento. Interventi che si aggiungeranno a quelli già realizzati, come il sovrappasso sull’Aurelia, l’acquisizione degli immobili dell’ area Gheia, la prima fase della piastra ferroviaria già realizzata d’intesa con la partecipata Vio (Vado Intermodal Operation).

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››