SERVICES

La Spezia, primo treno dall’Interporto di Prato

Genova - I container che ieri sono arrivati a Prato erano provenienti dall’Oriente, in particolare dalla Cina

Genova - Aperti i collegamenti via ferro con i primi due treni tra il porto della Spezia e l’interporto di Prato. Prima una ventina di container dal terminal spezzino di Lsct sono stati inviati a Prato, poi un altro convoglio con circa dieci container ha fatto il viaggio contrario. I collegamenti sono previsti ogni mercoledì. «Si amplia la nostra offerta di servizi ferroviari - ha commentato la presidente dell’autorità di sistema portuale del mar ligure orientale Carla Roncallo -, aggiungendo un collegamento sul quale si stava lavorando da tempo. Una ulteriore conferma della vocazione ferroviaria dello scalo della Spezia, che oggi movimenta oltre il 30% delle merci via treno e che potrà contare nel breve periodo anche su nuove infrastrutture ferroviarie che permetteranno una maggiore efficienza e un incremento significativo di capacità rail». A Roncallo fa eco il presidente dell’interporto della Toscana Centrale Ivano Marchetti. «Il servizio è ancora in una fase sperimentale, ma segna una tappa importante per dare finalmente vita a quel sistema intermodale, di scambio gomma-ferro, collegato ai grandi assi della logistica e ai porti del Mediterraneo, pensato all’origine dell’Interporto della Toscana Centrale». I container che ieri sono arrivati a Prato erano provenienti dall’Oriente, in particolare dalla Cina. Quelli che hanno viaggiato verso il porto ligure hanno destinazione Stati Uniti.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››