SERVICES

Mondini portavoce del porto: «A Conte ho chiesto di fare presto»

Genova - La delegazione di imprenditori, capitanata dal presidente di Confindustria Genova, era composta da Stefano Messina (presidente di AssArmatori), Alessandro Pitto (Spediporto), Alberto Banchero (Assagenti), Alessandra Grimaldi (Confitarma) e Matteo Catani (ad di Gnv).

Genova - Il fattore tempo è determinante ed ho ribadito al presidente Giuseppe Conte che è necessario fare presto: sulla nomina del commissario e la ricostruzione del ponte». Lo riferisce il presidente di Confindustria Genova Giovanni Mondini dopo il breve incontro informale di ieri con il premier, a nome delle categorie del porto, dagli armatori agli spedizionieri, dagli agenti marittimi all’autotrasporto. La delegazione di imprenditori, capitanata da Giovanni Mondini, presidente di Confindustria Genova, era composta da Stefano Messina (presidente di AssArmatori), Alessandro Pitto (Spediporto), Alberto Banchero (Assagenti), Alessandra Grimaldi (Confitarma) e Matteo Catani (ad di Gnv). «Apprezziamo la scelta di intervenire con misure d’emergenza», dice l’armatore e terminalista Messina. Che torna sulla scelta del commissario. «Dovrà essere un profondo conoscitore delle problematiche della mobilità e delle attività marittimo-portuali e logistiche. Auspichiamo che la scelta ricada su una figura con competenza e personalità in grado di essere un’interfaccia efficiente del governo e al tempo stesso un testimone delle necessità concrete di tutta Genova e del suo porto».

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››