SERVICES

Portoferraio, una banchina dedicata ad Achille Onorato / VIDEO

Livorno - Una banchina e un’area del porto di Portoferraio (Livorno) sull’Isola d’Elba è stata intitolato ad Achille Onorato, uno dei grandi padri dell’industria armatoriale italiana.

Livorno - Una banchina e un’area del porto di Portoferraio (Livorno) sull’Isola d’Elba è stata intitolato ad Achille Onorato, uno dei grandi padri dell’industria armatoriale italiana che ha fortemente scommesso sullo sviluppo dell’isola. La cerimonia si è svolta oggi nel porto elbano da dove è partita per il suo viaggio inaugurale la nave “Maria Grazia Onorato”, nuova ammiraglia del Gruppo Onorato armatori. Le fiancate della nuova nave riportano la scritta “Onorato per i marittimi italiani”, “manifesto” della sfida che il presidente del gruppo Vincenzo Onorato ha lanciato in difesa del lavoro e dei marittimi italiani che, si legge in una nota, «sono da mesi, e in taluni casi da anni, senza imbarco perché la maggioranza delle compagnie armatoriali italiane, pur beneficiando di un regime fiscale di assoluto e forse unico favore, continuano anche su rotte di cabotaggio a utilizzare marittimi extra-comunitari sottopagati».
La nave, dedicata alla vedova di Achille Onorato, è stata costruita nei cantieri tedeschi di Flensburg, e da Portoferraio riprenderà poi il mare per il suo viaggio inaugurale sulla rotta Genova-Livorno-Catania-Malta, e nel capoluogo ligure verrà ufficialmente battezzata il 15 maggio. «Dove oggi sorge la banchina intitolata a mio nonno - ha ricordato Achille Onorato, ceo del gruppo - c’era una spiaggia con a fianco un pontile di legno. Qui nonno Achille mi ha insegnato a pescare ma anche ad amare quest’isola con la quale c’è un legame speciale fatto di collaborazione e fratellanza». Alessandro Onorato, vicepresidente del gruppo, ha sottolineato come «figlio, nipoti e pronipoti cerchino ogni giorno con il loro lavoro di rendere orgoglioso nonno Achille

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››