SERVICES

Taranto, martedì prossimo la firma per la concessione a Yilport

Genova - Si è infatti concluso l’esame del testo della concessione con i relativi e clausole da parte dei legali del gruppo turco e dell’Autorità portuale.

Genova - Verrà firmata il 30 luglio pomeriggio a Taranto la concessione con la quale l’Autorita di sistema portuale del Mar Ionio, che ha base nel porto di Taranto, affida al gruppo turco Yilport il molo polisettoriale. Lo annunciano fonti dell’Authority.

Si è infatti concluso l’esame del testo della concessione con i relativi e clausole da parte dei legali di Yilport e dell’Autorità portuale.

Yilport riavvierà gradualmente ad operatività il molo polisettoriale che è l’infrastruttura di punta del porto di Taranto, riportandovi i traffici merci e container, e riassorbendo anche il personale ex Taranto container terminal-Evergreen oggi disoccupato e in carico da circa un anno all’Agenzia del lavoro portuale. Sul molo ha operato in concessione il gruppo Evergreen dal 2001 a fine 2014, poi la compagnia ha lasciato Taranto e a giugno 2015 la società Tct è stata messa in liquidazione. Diversi, sinora, i tentativi di far ripartire il molo polisettoriale con nuove attività sino alla scelta dei turchi di Yilport.

Nei giorni scorsi è caduto anche l’ultimo ostacolo col Tar di Lecce che, con sentenza, dopo aver già negato mesi fa la sospensiva, ha respinto il ricorso del consorzio Soutghate Europe Terminal che aveva impugnato gli atti e i provvedimenti dell’Authority di Taranto a favore di Yilport (Soutghate Europe Terminal si era inizialmente candidata alla concessione del molo polisettoriale ma la sua richiesta è stata poi stoppata dall’Authority perchè a fronte dell’offerta arriva da Yilport, la stessa Authority ha ritenuto quest’ultima offerta migliore in quanto a garanzie commerciali, di mercato e di occupazione). Attraverso finanziamenti pubblici, il molo polisettoriale è stato sottoposto negli ultimi anni a lavori di adeguamento con l’avanzamento della banchina con un sistema di palificazioni in mare. I lavori sono avvenuti in due tranche, inaugurati rispettivamente a luglio 2016 e ad agosto 2017.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››