SERVICES

Tensioni a Nord: la Russia rifiuta la nave da crociera norvegese Spitsbergen

Oslo - La compagnia è stata avvisata dalle autorità russe due settimane prima del programmato arrivo della nave. Troppo tardi, per i 250 passeggeri della nave da crociera da spedizione Spitsbergen.

Oslo - La compagnia è stata avvisata dalle autorità russe due settimane prima del programmato arrivo della nave. Troppo tardi, per i 250 passeggeri della nave da crociera da spedizione “Spitsbergen”, della flotta Hurtigruten, che in media hanno pagato 6.200 dollari a testa per un itinerario che prevedeva il passaggio a nord del Circolo polare artico.

“E’ vietato avvicinarsi alle nostre acque a causa di esercitazioni in corso”, hanno spiegato le autorità russe. Erano state le stesse autorità di Mosca a concordare con Hurtigruten il passaggio della nave: un accordo firmato anni fa, mai disdetto dalle due parti. Anche per questo Anne Marit Bjørnflaten, capo della comunicazione della compagnia norvegese, si è detta “molto sorpresa” dal divieto russo.
L’itinerario prevedeva la partenza da Tromsø con destinazione Murmansk (a circa 32 km dal Mare di Barents) con un passaggio attraverso l’arcipelago Franz Josef Land (Zemlja Franca Iosifa), una zona abitata solo da militari russi. Secondo l’Istituto norvegese per gli affari internazionali, la decisione di Mosca deve essere valutata in un contesto più complesso: la regione del Mare di Barents è diventata un’area strategicamente importante per i russi. Le navi Hurtigruten sono viste dalla Russia non solo come navi civili, ma come navi in grado potenzialmente di interferire con le attività militari per esempio tramite la raccolta di informazioni sensibili. Al momento sono due le crociere sospese da Hurtigruten: ai passeggeri è stato già proposto un risarcimento.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››