SERVICES

La Grecia chiude i porti alla petroliera iraniana Adrian Darya

Atene - Il sottosegretario agli Esteri, Miltiadis Varvitsiotis, ha spiegato alla rete Ant1 Tv che la nave «è troppo grande» e che «con le sue 130 mila tonnellate non può entrare in nessun porto greco».

Atene - La Grecia chiude i porti alla petroliera iraniana Adrian Darya, già Grace 1, che era rimasta sequestrata a Gibilterra per cinque settimane con l’accusa di trasportare greggio verso la Siria. Le autorità di Atene, che hanno affermato di aver subito pressioni dagli Usa - che hanno mandato di sequestro della nave cisterna - hanno fatto sapere che non faciliteranno il trasporto di questo petrolio in Siria in nessuna circostanza. Il sottosegretario agli Esteri, Miltiadis Varvitsiotis, ha spiegato alla rete Ant1 Tv che la nave «è troppo grande» e che «con le sue 130 mila tonnellate non può entrare in nessun porto greco».
Varvitsiotis ha affermato inoltre che il governo greco ha «affrontato le pressioni» delle autorità statunitensi sulla nave ma ha insistito sul fatto che Atene «ha inviato un chiaro messaggio che non vorremmo facilitare il trasporto di questo petrolio in Siria in nessuna circostanza».

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››