SERVICES

Porti, nuovo balzello sui container

Genova - Con il “contributo unificato” l’Agenzia delle Dogane comprerà nuovi strumenti di controllo. Parte una nuova tassa sulla merce nei porti.

Genova - Arriva un nuovo balzello sui container con un emendamento al decreto fiscale approvato dalla commissione Finanze della Camera. Si tratta di un «contributo unificato», che assorbe gli altri prelievi, su tutti i container «sbarcati e imbarcati nei porti dello Stato» anche senza merci, che servirà a potenziare i controlli attraverso l’acquisto, da parte dell’Agenzia delle Dogane e dei monopoli, di strumenti ad alta tecnologia per rilevare import-export vietati. Il nuovo contributo unificato dovrà coprire costi per 75 milioni per il primo anno e 150 milioni a regime. Via libera anche a un finanziamento di 5 milioni l’anno, a partire dal 2020, per la digitalizzazione logistica dei porti, delle ferrovie e dell’autotrasporto.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››