SERVICES

Fincantieri, Bono: «Utile ridotto per colpa dell’amianto, succede solo in Italia»

Trieste - «Nel bilancio vedrete l’utile ridotto, mi dispiace per il dividendo, perché 40 milioni di euro li abbiamo dovuti pagare per risarcimento» dei danni provocati dall’amianto».

Trieste - «Nel bilancio vedrete l’utile ridotto, mi dispiace per il dividendo, perché 40 milioni di euro li abbiamo dovuti pagare per risarcimento» dei danni provocati dall’amianto. Lo ha detto l’ad di Fincantieri, Giuseppe Bono, intervenendo all’assemblea degli azionisti oggi a Trieste. «Siamo l’unico paese al mondo - ha osservato Bono - che ha questo tipo di legislazione, che costringe un’azienda di oggi a risarcire gli eredi» di chi lavorava per «un’azienda di ieri». Chiaro il riferimento a Italcantieri e ai processi per le vittime di amianto.

«Sono europeista»
«Certo che sono europeista convinto. Basti dire che noi abbiamo contratti fino al 2028. Pensate che se ci fosse stata la lira io avrei preso contratti del genere?». Lo ha affermato l’ad di Fincantieri, Giuseppe Bono, a margine dell’assemblea degli azionisti a Trieste L’ad ha osservato che «contiamo tutti su una stabilità monetaria che ci consente e ci ha consentito di fare questi contratti. E magari c’è qualcuno che pensa che con la svalutazione si possa recuperare competitività. Sì, la recuperi sul momento, ma considerato che la svalutazione comporta inflazione e aumento dei costi interni, in futuro - ha concluso - tutto quello che pensavi di aver recuperato in competitività lo perdi in maggiori costi e quindi deve risvalutare».

«Massolo premier? Alla grande»
Come vedrei Massolo presidente del Consiglio? «Alla grande». Lo ha detto l’ad di Fincantieri Giuseppe Bono rispondendo ai giornalisti che gli chiedevano cosa pensasse della candidatura del presidente della società Giampiero Massolo come «uomo terzo» nel governo targato Lega-M5S. «Però - ha aggiunto Bono - non dipende da me. E non lo dico perché non lo voglio più come presidente di Fincantieri - dice Bono sorridendo - ma conoscendolo è una persona di spessore, di esperienza. Poi non è un politico di professione e quindi questo potrebbe essere anche un limite».

«Chiederò ai lavoratori di scrivermi»
«Scriverò una lettera a tutti i dipendenti e a tutti quelli che entrano in Fincantieri, che si devono rifiutare di fare lavori che non ritengono sicuri. Se qualcuno, capi o altri, li prevarica scrivano direttamente a me». Lo ha detto Bono, a margine dell’assemblea degli azionisti, oggi a Trieste, parlando di sicurezza sul lavoro.

Bilancio approvato
Con il 99,9% di voti favorevoli, l’assemblea degli azionisti di Fincantieri ha approvato, oggi a Trieste, il bilancio 2017. L’esercizio 2017 di Fincantieri ha chiuso con un utile netto di 119,2 milioni di euro. I ricavi superano i 5 miliardi di euro (+13% sul 2016) ed Ebitda a 341 milioni (+28%). Il Risultato di esercizio corrisponde a 53 milioni (+279%). Nel 2017 i nuovi ordini acquisiti sono pari a 8,6 miliardi euro (+31%), il carico di lavoro è pari a 26 miliardi di euro (oltre cinque anni di lavoro). L’indebitamento finanziario netto è di 314 milioni (615 a fine 2016). L’assemblea ha poi deliberato di destinare l’utile netto a riserva legale (5%), alla distribuzione del dividendo pari a 0,01 euro per azione (16,8 milioni) e, la parte residua, a riserva straordinaria.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››