SERVICES

L’insostenibilità dei cantieri croati

Genova - Il primo ministro visita Scoglio degli Olivi e ammette: «Dal 1991 per costruire le navi abbiamo speso 18,1 miliardi di dollari e dalla vendita abbiamo ricavato solo 13 miliardi».

Genova - Il primo ministro croato Andrej Plenkovic ha detto che il governo ha volontà politica di aiutare i cantieri di Scoglio Olivi. Il premier ha assicurato che farà il possibile per salvare i posti di lavori e l’operatività del gruppo. Durante la visita, il capo del governo ha anche ammesso che ora il cantiere si trova di fronte ad un bivio: o l’Europa approva il piano di ristrutturazione oppure sarà necessario trovare un altro partner strategico per il cantiere. In totale, ha ammesso il primo ministro, dal 1991 il costo per la costruzione delle navi realizzate è stato pari a 18,1 miliardi di dollari. Le entrate sono state pari a solo 13 miliardi di dollari. «È un modello insostenibile».

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››