SERVICES

Fincantieri e Leonardo rilanciano Orizzonte

Roma - Leonardo e Fincantieri, nell’ambito del rapporto di collaborazione avviato nell’ottobre 2014, hanno concordato i principi guida di un’intesa nel settore delle navi militari per cogliere al meglio le nuove sfide sui mercati internazionali per presentare soluzioni congiunte in un settore sempre più competitivo

Roma - Leonardo e Fincantieri, nell’ambito del rapporto di collaborazione avviato nell’ottobre 2014, hanno concordato i principi guida di un’intesa nel settore delle navi militari per cogliere al meglio le nuove sfide sui mercati internazionali per presentare soluzioni congiunte in un settore sempre più competitivo.

La valorizzazione delle reciproche competenze, sviluppate in ambito nazionale in un’ottica di sistema Paese - fanno sapere dai due gruppi controllati dallo Stato - passerà attraverso il rilancio di Orizzonte sistemi navali (Osn), la società partecipata da Fincantieri e Leonardo con quote rispettivamente del 51% e del 49%, a cui entrambe le parti hanno previsto di conferire risorse che le consentiranno di assumere la responsabilità del sistema di combattimento, definendo requisiti e architettura dei singoli componenti, compreso il Combat Management System (Cms).

L’intesa sarà oggetto di successivi accordi vincolanti che le parti definiranno nel rispetto dei profili regolatori applicabili, compresi quelli in materia di operazioni tra parti correlate e corretta concorrenza.

Lo sviluppo del prodotto “sistema-nave”, proseguono da Leonardo e Fincantieri, è fondato su una lunga storia di collaborazione e successi su programmi nazionali e per l’esportazione che i due gruppi- tra i più importanti al mondo rispettivamente nella realizzazione di navi militari e nella realizzazione e gestione integrata di Cms, sistemi d’arma, comunicazioni, sensori elettronici e radar - hanno sviluppato negli anni: «Riteniamo che sia determinante una collaborazione sempre più stretta tra le due aziende della difesa più importanti del Paese - commenta Giuseppe Bono, amministratore delegato di Fincantieri -. L’accordo firmato oggi è la dimostrazione che il nostro impegno è costantemente rivolto al futuro. Come Prime Contractor dell’intero sistema navale Fincantieri continuerà ad agire come interfaccia unica verso il cliente, valorizzando l’offerta dei prodotti dei due gruppi, agendo in questo modo anche da trascinatore per lo sviluppo delle eccellenze tecnologiche delle piccole e medie imprese italiane del comparto». Per Alessandro Profumo, ad di Leonardo, «con questo accordo il Paese si presenterà in maniera ancora più coesa ed efficace in un mercato altamente sfidante, valorizzando tutte le competenze di alta tecnologia che le due aziende sanno sviluppare e che saranno messe a fattor comune. Rilanciare Orizzonte Sistemi Navali è il miglior modo per favorire lo sviluppo di tutta la filiera nazionale che contribuisce alla realizzazione di navi militari. Grazie all’offerta congiunta di prodotti e servizi aumenteremo la competitività dell’industria italiana anche sul mercato internazionale».

La rinnovata intesa rafforzerà il modello di collaborazione in essere tra Fincantieri e Leonardo per esercitare più efficacemente rispettivi ruoli e responsabilità, definendo così una strategia di prodotto congiunta per il settore navale militare.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››