SERVICES

Fincantieri consegna la “Nieuw Statendam”

Venezia - “Nieuw Statendam”,la nuova ammiraglia di Holland America Line (marchio premium del gruppo statunitense Carnival Corporation), ha lasciato lo stabilimento Fincantieri di Marghera dopo che ieri è stato festeggiato il completamento di una commessa da oltre mezzo miliardo di euro

Venezia - “Nieuw Statendam”, la nuova ammiraglia di Holland America Line (marchio premium del gruppo statunitense Carnival Corporation), ha lasciato lo stabilimento Fincantieri di Venezia-Marghera dopo che ieri è stata festeggiato il completamento di una commessa da oltre mezzo miliardo di euro. Si tratta della seconda nave della classe Pinnacle che prevede la realizzazione, sempre nel cantiere veneziano, di una terza gemella con consegna nel 2021; questo progetto segue i canoni estetici delle navi Holland che l’hanno preceduta con ovviamente tante novità, a partire dal fatto che questa piattaforma è la prima della compagnia a essere stata progettata seguendo i dettami della normativa del “Safe return to port”.

Con una stazza lorda di 99 mila tonnellate e una lunghezza “fuori tutto” di 299,6 metri è la più grande nave (insieme alla sorella “Koningsdam”) che abbia mai navigato per questa storica compagnia olandese fondata nel 1873. Può ospitare a bordo un massimo di 3.154 passeggeri in 1.339 cabine. Si tratta della 16esima nave Holland America Line realizzata da Fincantieri, una collaborazione strategica iniziata con la consegna a Monfalcone, alla fine del 1992, della “Statendam” (oggi “Pacific Eden”). La “Nieuw Statendam” è caratterizzata da uno stile moderno e contemporaneo, in armonia con le caratteristiche che contraddistinguono tutte le navi del brand.

L’architettura è stata curato da due dei maggiori e prestigiosi studi del mondo, Tihany Design (che curerà anche il progetto delle nuove navi di Costa Crociere che stanno nascendo a Turku) e Yran & Storbraaten, che si sono ispirati alla musica per la progettazione delle numerose aree pubbliche. Il teatro World Stage presenta un muro a Led circolare da 20 metri di diametro che si estende a 270 gradi, permettendo allo spettatore di immergersi totalmente nello spettacolo.

I ponti alti si aprono nella zona della piscina centrale, distribuita su due ponti e caratterizzata da una copertura scorrevole che permette l’utilizzo dell’area in ogni condizione climatica. La Greenhouse Spa rappresenta un nuovo gradino nei servizi dedicati al benessere e al riposo, con suite termali e bagni di vapore con un’ampia vista sul mare. Il massimo della decoratività si ha però tra i ponti 2 e 3 dove sono posizionate le aree pubbliche principali con affascinanti sale disposte su più ponti come la sala da ballo Lincoln Center Stage, l’atrio e il ristorante principale.

Il viaggio inaugurale di riposizionamento verso Fort Lauderdale partirà da Civitavecchia il 5 dicembre e dopo aver passato l’inverno ai Caraibi rientrerà in Europa l’anno prossimo. Passerà quindi tutta l’estate tra Fiordi norvegesi e Mar Baltico per poi rientrare nel Mediterraneo in autunno prima del trasferimento invernale, nuovamente ai Caraibi. La medesima programmazione sarà ripetuta anche nel 2020 come ricorda l’agente italiano di Holland America Line, la genovese Gioco Viaggi.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››