SERVICES

Crociere di lusso, tutti i segreti di Silver Moon / SCHEDA

Trieste - Silver Moon, nuova nave di Silversea Cruises, è stata impostata nello stabilimento Fincantieri di Ancona.

Trieste - Silver Moon, nuova nave di Silversea Cruises, è stata impostata nello stabilimento Fincantieri di Ancona. Entra così nel vivo la fase costruttiva di questa unità extralusso che porterà, passando per il varo tecnico, alla consegna nell’estate dell’anno prossimo.
Il viaggio inaugurale salperà da Trieste il 6 agosto 2020:
ancora una volta il capoluogo giuliano è stato scelto come location per il debutto di una nuova nave realizzata da Fincantieri. Quest’anno succederà già due volte con Costa Venezia, il mese prossimo, e con Sky Princess ad ottobre; per Trieste Terminal Passeggeri si conferma così un trend molto positivo. Il primo viaggio della nave di Silversea con destinazione Civitavecchia avrà una durata di undici notti e toccherà le più belle località della costa dalmata (Zara, Spalato, Cattaro e Ragusa), poi Saranda in Albania, La Valletta (dove verrà effettuato un overnight) ed infine Taormina e Sorrento.

Silver Moon è sorella dell’ammiraglia Silver Muse che è stata realizzata dallo stabilimento di Sestri Ponente (consegnata nel 2017). Il successo di questo prototipo è stato immediato tra l’esigente clientela di Silversea e quindi l’armatore monegasco è stato ben felice di procedere ad ulteriori ordini di navi di questa classe. Infatti sempre ad Ancona verrà realizzata una terza nave della serie che prenderà il nome di Silver Dawn, la cui consegna è prevista nel 2021. Queste unità, dal valore unitario di circa 320 milioni di Euro, hanno una stazza lorda approssimata di 40.700 tonnellate, sono lunghe 212 metri, e possono ospitare a bordo 596 passeggeri.
Conservano l’intimità della piccola unità, ma si distinguono per un allestimento raffinato e per le spaziose cabine, tutte suite, che sono il marchio distintivo di Silversea. “Moon” sarà la decima unità della flotta monegasca e una volta operativa alzerà significativamente gli standard nel settore extralusso con numerose migliorie dell’esperienza a bordo, per incontrare le esigenze senza compromessi in termini di comfort, servizi e qualità dei viaggiatori. Visto il successo della “Muse”, Silversea lo scorso anno ha allungato Silver Spirit nello stabilimento Fincantieri di Palermo introducendo i “must” della sua ammiraglia di nascita genovese. L’ambizioso piano di potenziamento della flotta poi proseguirà sia nel campo delle crociere oceaniche che in quelle di esplorazione. Visto il “tutto esaurito” dei cantieri italiani Silversea si è rivolta a Meyer Werft per la progettazione di una nuova coppia di navi della classe “Evolution”: la prima dovrebbe essere pronta nel 2022.

Nel segmento “expeditions” invece è stato piazzato un ordine con il cantiere olandese de Hoop: il nome di questa nuova piccola nave da 100 passeggeri sarà Silver Origin e sarà consegnata nel marzo 2020. L’acquisto da parte del gruppo Royal Caribbean del 66,7% del capitale di Silversea ha permesso così di lanciare questo ambizioso piano di potenziamento della flotta. Avere alle spalle un colosso come quello americano, con grandi disponibilità finanziare, ha permesso al brand fondato da Manfredi Lefebvre D’Ovidio di avere le risorse per essere competitivo al massimo sul mercato odierno delle crociere di fascia alta.
Oggi anche questa nicchia sta vivendo una stagione di forte crescita, quindi risulta fondamentale essere in grado di lottare con una agguerrita concorrenza proponendo nuove navi all’avanguardia in grado di attirare una clientela disposta a spendere cifre non indifferenti per godersi delle vacanze da sogno. Matteo Martinuzzi

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››