SERVICES

Salone Nautico, arrivano le ammiraglie del made in Italy

Genova - Il cantiere Sanlorenzo, ad esempio, si presenta con due imbarcazioni, SL102 e SX76. La prima è una vera rivoluzione: si tratta infatti del primo motoryacht asimettrico al mondo.

Genova - Sono il nuovo 48 metri T-Line dello storico cantiere Baglietto e, per le barche a vela, il nuovo Mylius 80’ da 24 metri, del cantiere piacentino Mylius yacht, le ammiraglie della 58esima edizione del Salone Nautico di Genova, un numero crescente di espositori e molte novità e sorprese. Il cantiere Sanlorenzo, ad esempio, si presenta con due imbarcazioni, SL102 e SX76. La prima è una vera rivoluzione: si tratta infatti del primo motoryacht asimettrico al mondo, disegnato con il passavanti sul lato di dritta, che consente di recuperare 10 metri quadrati per gli spazi interni. E poi c’è il primo esemplare di Swan 78, Haromi, che arriva al Nautico direttamente dalla Rolex Swan Cup di Porto Cervo, costruito dal cantiere finlandese Nautor’s Swan, che festeggia i cinquant’anni dalla fondazione, presieduto dal 1998 da Leonardo Ferragamo. Tornando alle due ammiraglie, il megayacht T-Line di Baglietto, costruito in acciaio e alluminio, con spaziose aree abitabili che si sviluppano su 350 metri quadrati con un ponte-sole da 140 metri quadrati, può accogliere 12 passeggeri nelle quattro cabine ospiti che si aggiungono alla cabina armatoriale da 9,5 metri situata sul ponte principale. Il Mylius 80’ varato ai primi di maggio come «Twin soul B», il primo «flush deck» (ponte liscio) del cantiere piacentino, è stato progettato pensando alla fruibilità sia per la regata che per la crociera con grandi spazi liberi sul ponte, senza gradini e con le manovre a scomparsa. Realizzato con ampio uso della fibra di carbonio, a prua conta tre cabine, con quella armatoriale, mentre a poppa si trovano la cucina, una quarta cabina per gli ospiti e l’alloggio dell’equipaggio.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››