SERVICES

«La Spezia strategica per la catena logistica europea» / INTERVISTA

La Spezia - Il terminal di Contship è cresciuto del 15% nel primo semestre grazie all’export. Parla Franco Cupolo, amministratore delegato del terminal.

La Spezia - Gli ultimi dati del terminalista Eurokai, a cui fa capo Contship Italia, mostrano che uno dei terminal più attivi del gruppo è il La Spezia Container Terminal, con una crescita nel primo semestre del 15 per cento. I dati di luglio sono ancora migliori e mostrano un aumento di traffico del 40 per cento. Sulla Spezia, Contship ha puntato molto e tre anni fa si è impegnata a investire 200 milioni di euro in attrezzature e infrastrutture. A che punto è la messa in atto di quell’investimento?
«Il progetto di investimento - afferma Franco Cupolo, amministratore delegato del terminal - è confermato, nonostante i ritardi burocratici. L’investimento è mirato in particolare all’espansione del molo Garibaldi e della Marina del Canaletto. Il nostro progetto è pronto da tre anni, ma non ha ancora potuto essere realizzato. E’ un chiaro esempio in cui una burocrazia non efficiente non aiuta il privato. Il porto della Spezia può diventare strategico per una catena logistica efficiente, italiana e europea».

Quando pensate che si potrà realizzare questo progetto?
«È difficile prevedere i tempi burocratici, ma pensiamo che i lavori potrebbero cominciare al principio del 2018 e avere il molo Garibaldi consegnato alla fine del 2019».
Acquista una copia digitale dell’Avvisatore Marittimo per continuare la lettura

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››