SERVICES

Gioia Tauro, nuovo sequestro di droga in porto

Gioia Tauro - Dopo il ritrovamento di 218 chili di cocaina, avvenuto sabato scorso, i finanzieri di Reggio Calabria e i funzionari dell’Agenzia delle Dogane, con il coordinamento della Dda reggina, hanno intercettato un carico di altri 216 chili.

Gioia Tauro - Nuovo sequestro di cocaina nel porto di Gioia Tauro. Dopo il ritrovamento di 218 chili, avvenuto sabato scorso, i finanzieri di Reggio Calabria e i funzionari dell’Agenzia delle Dogane, con il coordinamento della Dda reggina, hanno intercettato un carico di altri 216 chili. La droga era in 10 borsoni nascosti tra sacchi contenenti gomma in granuli provenienti dal Sud America. Secondo le stime della Guardia di finanza, all’origine un Kg di foglie di coca viene venduto dal coltivatore a 78 centesimi. Lo stesso quantitativo, una volta raffinato, ha un costo di 1.800 Euro per il produttore che lo cede ai grossisti americani o europei tra i 25.000 ed i 30.000 Euro. «Considerando che la cocaina può essere tagliata fino ad aumentarne il peso di 4 volte e che allo spaccio un grammo è ceduto per circa 100 Euro, è facile immaginare quanto siano imponenti i volumi di denaro incamerati da chi gestisce il traffico», spiega la Finanza. Dall’inizio dell’anno sono stati sequestrati 1.600 kg di cocaina per un valore, sul mercato, di 650 milioni di euro.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››