SERVICES

Incidente nel porto di Taranto, muore marittimo

Taranto - L’incidente si sarebbe verificato a causa del cedimento di un’opera strutturale, assicurata da cavi in tensione, che a causa del cedimento della struttura stessa avrebbero colpito accidentalmente il marittimo, al momento sul ponte di coperta, provocandone la morte sul colpo.

Taranto - Un grave incidente si è verificato nella serata di ieri nel porto di Taranto a bordo di un pontone che stava eseguendo i lavori di dragaggio nel porto di Taranto. L’incidente, che ha causato la morte sul colpo di un marittimo italiano, si sarebbe verificato a causa del cedimento di un’opera strutturale, assicurata da cavi in tensione, che a causa del cedimento della struttura stessa avrebbero colpito accidentalmente il marittimo, al momento sul ponte di coperta, provocandone la morte sul colpo. Immediatamente informata la Sala Operativa della Guardia Costiera di Taranto ha disposto l’invio sul posto di una motovedetta con a bordo proprio personale tecnico e il medico del 118. Già le fasi di abbordaggio del pontone sono risultate estremamente difficoltose per il pericolo rappresentato dai cavi ancora in tensione, tant’è che solo dopo aver risolto il problema è stato possibile far salire a bordo il medico del 118.

Accertata la morte del marittimo, un italiano di 45 anni, il sostituto procuratore di Taranto informato dal Comando della Guardia Costiera di Taranto, ha disposto l’esecuzione dei primi accertamenti chiedendo anche l’intervento del medico legale, degli ispettori dello Spesal e della Polizia scientifica. Una volta liberato dai cavi in tensione, il pontone è stato rimorchiato presso la Calata 1 del porto di Taranto ed ormeggiato, venendo posto sotto sequestro penale da parte dei militari della Guardia Costiera su disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Già dalla tarda serata di ieri e sino a tarda notte il personale della Guardia Costiera ha acquisito spontanee dichiarazioni sull’accaduto da parte di tutti i membri dell’equipaggio del pontone, documenti che sono stati consegnati questa mattina stessa all’autorità giudiziaria inquirente. All’inchiesta penale in corso si affiancherà l’inchiesta amministrativa che la Guardia Costiera di Taranto dovrà condurre parallelamente al fine di appurare le cause dell’incidente e le eventuali responsabilità da un punto di vista strettamente tecnico-operativo.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››