SERVICES

Cosulich: «Grazie ai cinesi potremo “rubare” traffico al Nord Europa»

Genova - La Belt and Road Initiative può aiutare Genova ad attrarre più container, “rubando” traffico a Rotterdam».

Genova - La Belt and Road Initiative può aiutare Genova ad attrarre più container, “rubando” traffico a Rotterdam». Ne è convinto Augusto Cosulich, managing director di Fratelli Cosulich, gruppo genovese da molti anni rappresentante in Italia della corporation marittima cinese Cosco, che intervenendo a un convegno ha dichiarato di «non capire» la «paura folle che c’è dei cinesi. Noi siamo soci di Cosco da oltre quarant’anni e abbiamo sempre lavorato benissimo con loro».

L’imprenditore genovese ha quindi ricordato che «in Liguria abbiamo diversi esempi di collaborazione positiva con controparti cinesi, come Ansaldo Energia, Esaote, il nuovo terminal container di Vado Ligure, dove Cosco è azionista al 40%, e Cosco Shipping Italy, la nostra joint-venture con Cosco, che quando ha assorbito l’agenzia di China Shipping non ha tagliato personale ma anzi ne ha assunto di nuovo». Va benissimo, secondo Cosulich, controllare cosa fanno i cinesi, «ma allora controlliamo anche quello che fanno nei nostri porti i fondi d’investimento, le cui operazioni quasi sempre hanno soltanto fini speculativi e orizzonti di breve periodo. A differenza per esempio di quanto sta facendo Cosco al Pireo, dove sono stati effettuati enormi investimenti che hanno portato ad una grande crescita dei traffici e dei posti di lavoro». Effetti benefici che, si augura il numero uno di Fratelli Cosulich, potrebbero coinvolgere anche l’Italia con la BRI: «Come agenti di Cosco movimentiamo oltre 700.000 container all’anno, destinati alla regione di Stoccarda, attraverso i porti del Nord Europa. Io vorrei farli passare da Genova, ma non posso: per i miei clienti, i caricatori, il costo sarebbe molto maggiore, dai 200 ai 400 euro in più per ogni container. Spero che con la BRI questo gap possa scendere, così da poter far passare molti più contenitori per Genova, invece che per gli scali del Northern Range».

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››