SERVICES

Armi, domani sciopero dei portuali a Genova

Genova - La Filt Cgil, con il sostegno della Camera del lavoro di Genova, ha dichiarato domani uno sciopero dei portuali di Genova per fermare il carico di materiale bellico sulla nave “Bahri Jazan” che attraccherà all’alba al Genoa Metal Terminal

Genova - La Filt Cgil, con il sostegno della Camera del lavoro di Genova, ha dichiarato domani uno sciopero dei portuali di Genova per fermare il carico di materiale bellico sulla nave “Bahri Jazan” che attraccherà all’alba al Genoa Metal Terminal, per caricare i generatori lasciati a terra il 20 maggio dalla gemella “Bahri Yambu” dopo la protesta di portuali e pacifisti.

L’obiettivo è appunto quello di impedire che sia imbarcato sulla nave materiale bellico, risultante dalla documentazione diffusa dall’Osservatorio permanente sulle Armi leggere e le Politiche di sicurezza. Per l’arrivo della «nave delle armi» diretta in Arabia Saudita è stato indetto un presidio già questo pomeriggio sotto palazzo San Giorgio a partire dalle 17.00 da parte del collettivo autonomo dei lavoratori portuali, e soprattutto un presidio è stato indetto da portuali e pacifisti per domattina a partire dalle 07.00 al varco Etiopia.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››