SERVICES

Crollo Morandi, rimborsati 20 euro a viaggio alle ditte di autotrasporto

Genova - La cifra, decisa dal ministero dei Trasporti, è stata messa nero su bianco all’interno del decreto attuativo pubblicato dal Mit che riguarda i fondi a favore dei Tir previsti dal decreto Genova.

Genova - Venti euro a viaggio per le aziende dell’autotrasporto che hanno subito danni a causa del crollo di Ponte Morandi. La cifra, decisa dal ministero dei Trasporti, è stata messa nero su bianco all’interno del decreto attuativo pubblicato dal Mit che riguarda i fondi a favore dei Tir previsti dal decreto Genova (articolo 5, comma 3). Nel documento, visionato dal Secolo XIX, si legge che per il 2018 - nel periodo che va da agosto a dicembre -è ragionevole «ipotizzare un numero complessivo almeno di un milione di viaggi per i quali ammettere il ristoro». I fondi messi a disposizione per lo scorso anno a favore dell’autotrasporto ammontano a venti milioni di euro. Possono beneficiare del risarcimento «le imprese iscritte all’albo dell’autotrasporto» che hanno effettuato, nel 2018, viaggi «con origine e/o destinazione il Comune e il porto di Genova» e le imprese che hanno effettuato viaggi sul territorio nazionale «che abbiano comportato per effetto del crollo del Ponte Morandi la forzata percorrenza di tratti autostradali e/o stradali aggiuntivi».

Secondo Giuseppe Tagnochetti, coordinatore ligure di Trasportounito, il rimborso di venti euro a viaggio «è un buon risultato per tutte le imprese che operano nel comparto. Come associazione ci stiamo già muovendo per dare assistenza alle aziende che dovranno presentare tutti i documenti necessari all’ottenimento dei risarcimenti e avranno bisogno di essere seguite». Le domande da parte del mondo dei Tir, a partire probabilmente dalla prossima settimana, dovranno essere presentante all’Autorità di sistema portuale di Genova-Savona che si sta muovendo per predisporre moduli da compilare con i quali gli autotrasportatori potranno ottenere i risarcimenti. «La struttura di Palazzo San Giorgio - spiega il presidente del porto - sta già lavorando per farsi trovare pronta quando verranno messi a disposizione del settore i fondi destinati per il 2019». Il Mit, nei giorni scorsi, ha già trasferito i venti milioni di euro stanziati per l’anno scorso nelle casse del commissario delegato per l’emergenza del crollo del Morandi, il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››